• Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.

Social Network

Sostieni IlGiudiceDiPace.it

Sostieni IlGiudiceDiPace.it

Importo: 

Seguici su Facebook

Ultima spiaggia

Da www.altalex.com news sullo sciopero proclamato dall'Unagipa ( potrebbe essere l'ultimo sciopero degli attuali Giudici di Pace...)

L'Unione Nazionale Giudici di Pace proclama lo sciopero nazionale dei giudici di pace dal 29 settembre al 3 ottobre 2014.

E' quanto comunicato il 17 setetmbre 2014 dall'Unagipa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Giustizia, ai Presidenti delle Corti di Appello e al Csm.

L’Unione esprime il disagio della categoria e rivendica una riforma avente lo scopo di adeguare la condizione dei giudici di pace ai principi costituzionali, alle garanzie di indipendenza e autonomia dei giudici e di assicurare a cittadini ed imprese il miglioramento della Giustizia, che costituisce una delle principali e fondamentali Funzioni (e non servizio) dello Stato.

In particolare, le critiche mosse da Unagipa riguardano tre punti:
1. i recenti provvedimenti annunciati dal Governo, che tendono alla mera “rottamazione” della domanda di giustizia, accrescendo i costi ed i tempi della definizione dei processi con la prescrizione di fasi di conciliazione obbligatoria e di negoziazione assistita;
2. l’orientamento ministeriale sulla riforma della c.d. magistratura onoraria, che nega di fatto la natura giurisdizionale all’attività degli uffici del giudice di pace, nonostante la stessa conti oltre un milione e 600 procedimenti, un indice di litigiosità che supera il 50% di quello dei Tribunali in tutte le materie civili ( 28 procedimenti su 1000 abitanti a fronte di 45 cause su 1000 abitanti del contenzioso tribunalizio), abbia assorbito nel 2012 il 56% delle cause di cognizione di primo grado (nell’anno precedente era il 59%) ed il 59% dei decreti ingiuntivi, (strumenti insostituibili per il soddisfacimento dei crediti delle imprese). Lo stesso orientamento prevede inoltre uno “statuto unitario” comprendente figure diverse di magistrati ed ausiliari al solo scopo ed espediente di utilizzare gli scarni fondi assegnati ai giudici di pace – non integrati da aumenti Istat previsti dalla legge e dagli oneri per copertura previdenziale- per coprire la spesa per l’istituzione dell’ufficio del processo e integrare i trattamenti di got e vpo;
3. i trattamenti previsti dal Ministro, che compromettono l’autonomia e l’indipendenza dei giudici di pace, rendendo vano l’obiettivo della “terzietà” (temporaneità degli incarichi, drastica riduzione ed aleatorietà del trattamento indennitario dopo il primo quadriennio, mancanza di tutela previdenziale, violazione del diritto di difesa nei procedimenti disciplinari e nelle conferme, assegnazioni all’Ufficio del processo e trasferimenti ad altri uffici del giudice di pace senza il consenso degli interessati, aggravamento ingiustificato delle sanzioni disciplinari e criteri di conferma etc) nonostante sia prevista l'assegnazione ai futuri uffici di competenze maggiori delle attuali sia per valore che per materia.

(Altalex, 18 settembre 2014)

 

Comunicato Unagipa

COMUNICATO UNAGIPA

 
 A tutti i giudici di pace

SCIOPERO NAZIONALE DEI GIUDICI DI PACE   DAL 29 SETTEMBRE AL 3 OTTOBRE

Stamane a Roma si è tenuto un incontro dell'Esecutivo Nazionale Unagipa con il Presidente Nazionale, il Segretario Generale ed il Presidente Onorario.
 Si è preso atto di quanto segue:
 - l'incontro con il Ministro Orlando ha avuto un esito completamente insoddisfacente ed ha costituito un clamoroso passo indietro rispetto all'incontro di luglio, già deludente, con particolare riferimento;
 a) alla durata del rapporto (il Ministro si è rimangiato la parola sul raggiungimento dell'età pensionabile per i più giovani),
 b) ai compensi (è prevista l'invarianza finanziaria pur in costanza di un aumento di organici, anche per far fronte alle necessità dell'ufficio del processo), laddove il Ministro aveva a suo tempo dichiarato di aver sentito il MEF che gli aveva garantito l'esistenza di copertura della spesa preventivata nel documento rivendicativo unitario (da noi calcolata intorno ai 50.000 euro l'anno in media per magistrato);

Leggi tutto...
 

Editoriale

Editoriale di fine estate ( e non solo di quella...)

 Ormai al crepuscolo dell'esperienza Giudice di Pace, ci si avvia al ritorno del Vice Pretore Onorario, ovvero all'avvocato che presta un pò del suo tempo e della sua esperienza allo Stato, sotto il diretto controllo di un Magistrato professionale che assegna compiti e ruoli ed emette ordinativi di pagamento delle indennità o meglio definirli rimborsi spese, sempre che nel frattempo il Ministero assegni i fondi specifici al competente Tribunale, quindi con tempi incerti. Perdita dunque di autonomia per il Giudice di Pace e prevedibilmente anche definitiva chiusura dei superstiti uffici che alla luce della prospettata riforma non hanno senso di esistere.

 

Leggi tutto...
 

Sondaggio

Statistiche

Utenti : 2
Contenuti : 1305
Link web : 7
Tot. visite contenuti : 2413322

Utenti Online

 23 visitatori online
Vi trovate in: Home

Contatti

contatti
Contattatemi ai seguenti recapiti.
Name: IlGiudiceDiPace.it
Cell: (+39).000.0000000
E.mail: info@ilgiudicedipace.it
WebSite: www.ilgiudicedipace.it

ASDesign.it

Creazione Siti Internet
Contattaci:
E-mail: info@asdesign.it 
Web Site: www.asdesign.it

Copyright, Credits & Trattamento Dati

copyrightTutti i contenuti presenti sul sito sono protetti dai diritti d'autore (c.d. copyright 1995/2006).
Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, distribuzione o... leggi tutto...

Ultimissime Il Giudice di Pace

Top list